B&B Day 2014: Una favolosa occasione per dormire gratis in bad and breakfast una notte su due

Anche quest’anno per viaggiatori e vacanzieri del primo fine settimana di marzo c’è il B&B Day.Il B&B Day non è solo un’occasione per conoscere più da vicino il mondo dei B&B,ma soprattutto l’occasione per migliaia di viaggiatori di dormire gratis una notte a patto di prenotarne almeno due nella stessa struttura.
La Festa Nazionale del B&B 2014,arrivata ormai alla sua ottava edizione,celebra di fatto la rivoluzionaria formula ricettiva che, da decenni oramai, rappresenta il modo più intimo e confortevole di viaggiare e spesso anche il più economico.

Il B&B Day, divenuta di fatto l’appuntamento fisso nel calendario vacanze degli italiani sin dalla prima edizione nel 2006, ha dato e continua a dare l’opportunità di sperimentare il soggiorno in B&B un tipo di accoglienza, in origine anglosassone, che ha conquistato un posto importante nelle preferenze sull’ospitalità in Italia. Il soggiorno in B&B è un modo di alloggiare più informale e più attento agli usi, alle tradizioni, alle culture e alla gente della meta turistica prescelta.

In un momento di crisi e di contrazione dei consumi, il bed and breakfast fa gola a quanti, pur con un budget ridotto, vogliono garantirsi vacanze lunghe e piacevoli. Tanto più che, invece di costosi viaggi all’estero, gli italiani sembrano ormai sempre più orientati verso mete di viaggio nazionali.Di pari passo al Bed And Breakfast come scelta per soggiornare,c’è il costante aumento di strutture che settimana dopo settimana aumentano il numero delle già esistenti.Una parte di economia sana questa,frutto della scelta di migliaia di famiglie che hanno attrezzato e aperto la propria casa ai viaggiatori, investendo sul decoro delle proprie abitazioni e sulla loro funzionalità.

Una carta vincente che produce ricchezza, aiuta a mantenere i centri storici e dà lavoro a migliaia di persone,offrendo anche al viaggiatore occasionale o al turista di natura,la possibilità scegliere la propria struttura secondo le diverse categorie: charme e design, dimore storiche, centri storici, giardini e paesaggi, aree metropolitane.
A confermare il trend positivo non è solo il numero costantemente in crescita di B&B (in Italia sono ormai più di 20 mila) ma anche quello delle prenotazioni che, negli ultimi anni, è aumentato moltissimo.

 

 

Lascia un commento