Bit 2014 : Le Regioni Italiane chiedono sforzi dal governo e maggiore collaborazione con Enit

Inutile girarci intorno.La Bit 2014 è un’altra Bit,una Bit completamente rinnovata nel concept e nella formula, una Borsa internazionale del turismo che mette al centro Expo 2015 e l’Italia, nel segno di una partnership strategica, legata all’Esposizione Universale  e che con i milioni di visitatori che arriveranno in Italia la farà diventare una destinazione top mondiale.
Un intreccio forte fra le proposte di viaggi e vacanze e il richiamo di Expo che in Fiera trova una grande vetrina per farsi conoscere e proporre pacchetti turistici da commercializzare in tutto il mondo. Expo conta infatti su più di 140 adesioni tra Paesi partecipanti e organizzazioni internazionali mentre la Bit è una piattaforma di relazioni e business consolidata sia per il mercato dell’incoming che per le proposte delle destinazioni estere, che genera migliaia di incontri e contatti d’affari fra domanda e offerta.

La Bit in questa edizione si propone  di far conoscere il bello dell’Italia, la sua storia, la sua tradizione enogastronomica ad un pubblico internazionale che apprezza lo stile di vita e di vacanza italiano.

Ai buoni propositi però arriva ancora una volta il grido di allarme per un settore che soffre ormai dal 2008.E l’allarme è il presidente di Confturismo-Confcommercio Luca Patanè a lanciarlo.Lo stesso ha ribadito che se pur con Expo arriveranno i 20 milioni di visitatori previsti,si dovrà far tanto per conquistarli,perchè al di là della crisi del settore espressa nei numeri,sono i numeri degli altri paesi che fanno invidia.Ci sono infatti realtà vicine alla nostra,che continuano a vivere di turismo senza risentire cali di presenze,e questo sicuramente nasce dal fatto che i governi di altre nazioni hanno destinato fondi per gli investimenti necessari.Questo dovrebbe accadere in Italia,in modo che il lavoro di promozione delle regioni vada poi supportato da un vero strategico piano del governo che dovrà affiancare l’ ENIT ( Agenzia Nazionale del Turismo ) affinchè turismo e agroalimentare possano rialzare la testa e sicuramente essere il volano della ripresa economica dell’Italia ricca di cultura,opere d’arte,bellezze naturali e cucina amata in tutto il mondo.

Informazioni: www.bit.fieramilano.it

Lascia un commento