Il vulcano Calbuco spaventa il Cile – Video fase eruttiva

Un vulcano non smette mai di stupire e può di colpo riprendere la sua attività eruttiva all’improvviso e dopo tanti anni.E’ il caso del vulcano Calbuco,il vulcano cileno che ha ripreso a sputare fuoco dopo 42 anni.Prima lo stato di allerta,poi l’evacuazione,per poi arrivare allo stato di paura.

L’improvvisa eruzione del vulcano Calbuco ha infatti non solo impressionato per il suo ritorno all’attività eruttiva ma ha scosso il sud del Cile per come lo ha fatto.L’allarme è stato dato anche a Bariloche,città appartenente al territorio argentino.

Chiuso l’aeroporto nella nota località turistica della Patagonia con le autorità che hanno chiesto agli abitanti di non uscire dalle abitazioni. Il Calbuco ha un’altitudine di 2 mila metri e si trova mille chilometri a sud di Santiago, tra i comuni di Puerto Montt e Puerto Varas, in un’area che i cileni chiamano la ‘regione dei laghi’. E’considerato come il terzo vulcano più pericoloso tra tutti i 90 vulcani che si trovano nel Paese. Il violento risveglio del Calbuco ha comunque sorpreso non solo gli abitanti della zonama tutto il mondo intero, visto che era dal 1972 che non entrava in fase eruttiva.

Una seconda eruzione,più intensa della prima,ha portato le autorità locali a mantenere alta la guardia lasciando inalterata l’allerta rossa in tutta la regione.

Lascia un commento