Vacanze in Grecia solo con contanti mentre il popolo greco è a un passo dalla disperazione

Banconote da 20 euro finite, benzina razionata e rabbia agli sportelli bancari. A due giorni dal referendum in Grecia, le immagini che arrivano da Atene sono a dir poco sconvolgenti,con il popolo greco disperato per la situazione venuta a crearsi dopo in non accordo con i vertici Europei sul piano di savataggio.Oltre a questo c’è da aggiungere la quasi mancanza di viveri e medicinali in molte zone delle Cicladi.

Cambia tutto anche per i turisti che avevano scelto la Grecia come meta preferita per le vacanze.Operatori turistici e strutture alberghiere chiedono il pagamento solo in contanti e questo comporta non pochi problemi a chi dovrà recarsi in Grecia nei prossimi giorni o nelle prossime settimane.

Paura anche per la disperazione della gente. Avere troppo contante in tasca potrebbe essere motivo di aggressioni da parte di malintenzionati.

Questa è la Grecia degli ultimi giorni,questa è la Grecia che nessuno,forse in maniera troppo superficiale,credeva potesse ridursi così nel giro di una settimana dall’ultimo tavolo della trattativa sul debito pubblico.

Lascia un commento