Stop alle restrizioni Coronavirus : cosa si potrà fare dal 18 maggio in Toscana

Estate 2020 - Accessi limitati e distanza tra ombrelloni
Estate 2020 – Accessi limitati e distanza tra ombrelloni

Ecco cosa accadrà in Toscana da lunedì 18 maggio in tempo di emergenza Coronavirus.

Via quasi tutte le restrizioni ma con regole per le attività turistiche, e tra queste stabilimenti balneari e spiagge.
Proprio per gli stabilimenti balneari è stato disposto che gli spazi dovranno essere riorganizzati al fine di evitare assembramenti e di assicurare almeno un metro di separazione tra gli utenti. Ciascun ombrellone, indipendentemente alle modalità di allestimento della spiaggia (per file orizzontali o a rombo), dovrà essere posizionato in modo da avere garantire una superficie di almeno 10 metri quadri.

Tra le attrezzature di spiaggia come lettini e sedie a sdraio, quando non posizionate nel posto ombrellone, sarà necessario garantire la distanza di almeno 1,5m. Queste dovranno inoltre essere disinfettate ad ogni cambio di persona o nucleo familiare.

Regolamentata anche la stagione balneare 2020, per la quale servirà anche un grande senso di responsabilità personale soprattutto nei tratti di spiaggia libera.
Nelle spiagge libere infatti, al fine di assicurare il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone e gli interventi di pulizia e disinfezione dei servizi eventualmente presenti, ci dovrà essere la presenza di un addetto alla sorveglianza.

Anche qui andranno rispettate le regole per il posizionamento degli ombrelloni. Vietate le attività ludico-sportive di gruppo che possono dar luogo ad assembramenti, mentre gli sport individuali svolti abitualmente in spiaggia (ad esempio racchettoni) o in acqua (come nuoto, surf o windsurf) possono essere praticati, purché nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale.
Per gli sport di squadra, come beach-volley o beach-soccer, sarà necessario rispettare le disposizioni degli organi competenti.

}